Iscriviti alla newsletter e riceverai notifiche sui nuovi post

La Parigina a Napoli

Songo frangesa e vengo da Parigge
io sò na chiappa 'e 'mpesa,
ve ll'aggia di !
Pè cummincià sapite..
no, nun ve vrucculiate
io 'o tengo 'o 'nnammurato...
cu me nun c'è che fà!

Songo frangesa e vengo da Parigge
io sòngo bona ma sò 'ntussecòsa..
vurrìa sapè na cosa, ma 'a verità.....
Certo mme cuffiate
veco ca 'mo rerite
pecchè 'mme lu ffacite ?
gué jammo a franco 'o ssà'?!

Aggio viaggiato
e saccio tutto ' munno
ma stu cielo affatato
sta sulo 'ccà.
A gente ride e canta
e ghietta a mare 'e guaje
Napule è bella assaje
i' ccà voglio restà..!



Carissimi amici che mi seguite....
Vi dedico i versi di una bellissima canzone napoletana
credo  sia appropriata alla ricetta di oggi ...!
  
Nonostante il nome, la Parigina è una pizza napoletana
la troviamo in tutte le rosticcerie di Napoli e dintorni 
non si sa bene come e quando sia apparsa, forse come tante altre preparazioni
qualche bravo pizzaiolo o cuoco un giorno non avendo abbastanza pasta di pane 
dovendo preparare una pizza ripiena 
ha pensato bene di usare la pasta sfoglia che si sa ha origini alquanto francesi,
e visto l'eccellente risultato è diventata la squisita nota Parigina...!

Ingredienti  
500 g. di pasta per pizza (qui)
200 g. di pasta sfoglia
300 g. di polpa di pomodoro
250 g. di provola
200 g. di prosciutto cotto
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
olio evo 
basilico fresco




Prepara la salsa di pomodoro qualche ora in anticipo
in modo che prenda sapore,
in una boule metti il pomodoro
con un pizzico di sale uno di origano 
 l'olio extra vergine d'oliva e qualche foglia di basilico
copri e riponi in frigo.





Stendi la pasta lievitata nella teglia leggermente unta d'olio
 stendi il pomodoro



metti il prosciutto la provola il formaggio


ancora un pò di pomodoro


stendi la pasta sfoglia e copri la pizza chiudendo 
bene i bordi intorno


punzecchia la superfice con una forchetta
così da evitare il rigonfiamento della pasta
Inforna a 200°C  per 15-20"
poi abbassa il forno a 180°C per 
altri 10" circa 



Traduzione ( 'A Frangesa )
Sono francese e vengo da Parigi
io sono un pò terribile
ve lo devo dire!
Per cominciare, sapete...
no, non vi pavoneggiate,
io c'è l'ho il fidanzato
non c'è niente da fare.

Sono francese e vengo da Parigi
io sono buona ma sono irascibile.
vorrei sapere una cosa, ma la verità
certo mi prendete in giro,
vedo che ora ridete,
perchè lo fate?
dai, parliamoci francamente, va bene?

Ho viaggiato
e conosco tutto il mondo
ma questo cielo magico
sta solo qua
la gente ride e canta
e getta a mare i guai
Napoli è bella assai
io voglio restare qua!



Nessun commento:

Posta un commento

Vi ringrazio tantissimo per essere passati ,se lasciate la vostra traccia con un commento ne sarò felice..!!