Le ricette per ogni evento... - Ideato da Antonietta Ronghi -

Cerca nel blog

" E 'Maruzzelle dint'o Mare "

Ohe' chi sente
e chi mo canta appriesso a mme
Ohe' pe' tramente
s'affaccia 'a luna pe vede'
Pe' tutta sta marina
'a Proceda a Resina
se dice guarda lla'
'na femmena che fa.
Maruzzella Maruzzè'
t'hè miso dint'a ll'uocchie 'o mare
e mm'è miso 'mpiett'a me
nu dispiacere
Stu core mme faje sbattere
cchiù forte 'e ll'onne
quanno 'o cielo è scuro
Primma me dice "si" ,
pò , doce doce, mme faje murì
Maruzzella, Maruzzè

Conoscete questo famoso ritornello?
E' una delle più belle canzoni di Renato Carosone ,
 dedicata a sua moglie Marisa...
la canzone fu composta nel 1954, e due anni dopo fu tratto il film 
con la sua storia d'amore...e di passione...!
Mi è venuto in mente quando ho ricevuto  
il pacco contenente la Pasta Artigianale Leonessa 
poiché uno dei tipi di pasta sono appunto Le Maruzze
e prendendo tra le mani queste bellissime dorate Maruzze


mi sono messa a canticchiare...." Maruzzella... Maruzzè...."
  Pensando al canto del mare....mi si è 
materializzato davanti agli occhi questo piatto....
 con tutti i profumi i colori e i sapori del mediterraneo..! 



 Ingredienti per 4 persone
350 g. di Pasta Leonessa Maruzze
1 Kg. di cozze fresche
1 calamaro fresco
500 g. di gamberi freschi
200 g. di pomodorini del Piennolo
2 spicchi d'aglio
1 ciuffo di prezzemolo
4-5 fave fresche
50 ml di fumetto di pesce
50 ml di vino bianco
per la riduzione di basilico
1 mazzetto di basilico
olio evo, sale 



Preparazione
Innanzitutto laviamo bene le cozze strofinandole ben bene 
poi le trasferiamo in una casseruola con uno spicchio d'aglio
un ciuffo di prezzemolo un goccio d'olio evo e 
uno di vino bianco mettiamo il coperchio e 
mettiamo sul gas a fiamma medio alta ,
ci vorranno pochi minuti per far aprire tutte le cozze.
Stacchiamo le valve dai molluschi , buttando via quelle non aperte
le trasferiamo in una scodella  con un pò del 
loro liquido di cottura filtrato da un colino con la garza.
Puliamo e laviamo il calamaro e 
lo tagliamo a filetti.
Eliminiamo il carapace dai gamberi 
e il filetto nero sul dorso.





In una casseruola scaldiamo un filo d'olio evo
con uno spicchio d'aglio tritato e privato del germe interno
e il prezzemolo anch'esso tritato
aggiungiamo il calamaro
facciamo insaporire qualche minuto e sfumiamo con il vino
aggiungiamo il fumetto di pesce,e poi i pomodorini, saliamo qb e 
facciamo cuocere per 15".
Uniamo i gamberi , le cozze con il liquido e le fave,
cuociamo ancora per 7-8 ". 
Lessiamo la pasta in acqua bollente salata,
( a Napoli per 8 minuti come è indicato sulla confezione )
scoliamo e mantechiamo nella padella con il sugo di mare....

Per ottenere la riduzione di basilico
Mettiamo le foglie  lavate e sgocciolate 
nel mixer con un goccio d'olio evo e un pizzico si sale

Buon Appetito !





6 commenti:

  1. Cuoca canterina che bel piatto che hai preparato :)
    In bocca al lupo per il contest.

    RispondiElimina
  2. Fabulous recipe, i love pasta

    RispondiElimina
  3. tonia questa canzone me la cantava mia nonna, anche se siamo siciliani,ma la amava perchè suo marito gliela cantava sempre..che dire questo primo piatto sa di mare ed è favoloso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è una poesia d'amore bellissima, come del resto tutte le classiche canzoni napoletane sono meravigliose, tuo nonno era sicuramente un romantico innamorato di sua moglie, non c'è cosa più bella al mondo che esprimere l'amore,e cantando è immenso...!!

      Elimina

Vi ringrazio tantissimo per essere passati ,se lasciate la vostra traccia con un commento ne sarò felice..!!

Se ti piace la mia cucina, lascia il tuo segno....con un clic...!!

Visualizzazioni totali